Ecco cosa dicono di Street Golf™ amici, appassionati e giocatori:

pagliettiniSono fermamente convinto che il progetto Street Golf sia una “opportunità unica e preziosa” che il mondo golfistico ha a disposizione per dare di se’ una immagine piu’ vicina alla gente, più inserita nella vita quotidiana delle nostre Citta’. Ritengo che la mission fondamentale  di chi come me e voi opera nel settore, sia di divulgare, coinvolgere, trasmettere messaggi di apertura e disponibilità.
Il Golf è uno sport straordinario, ricco di peculiarità che lo rendono unico; necessita però ancora oggi, purtroppo, di promozione mirata dei suoi speciali contenuti.
Cosa di meglio di Street Golf? Un Evento che colora di novità la città che lo ospita….un modo splendido ed efficace di creare un divertimento attraverso vicoli, angoli, siti nascosti o conosciuti….dove divertirsi, conoscere, fare sport e trasmettere valori è facile ed immediato.
Vi ringrazio per aver dato a Santa Margherita l’opportunità di aderire a questa iniziativa e grazie anche a Santa Margherita per avere colto il significato di uno delle poche novità piacevoli del nostro turismo, così sofferente e pure ancora così vivo.
Alla prossima edizione!

Fabrizio Pagliettini (Direttore Golf Club Rapallo)

dalfiorC’è chi l’ha trovato solo molto divertente. Io nello Street Golf ho scoperto anche lati interessanti. Il primo riguarda la strategia: di rado capita di dover fare i conti, giocando sui campi “normali”, con rimbalzi cercati e voluti per indirizzare la pallina verso l’obiettivo. Un’attività che affina pratica e ingegno e che si traduce in miglioramenti anche nelle 18 buche tradizionali.
Il secondo aspetto intrigante riguarda lo strano rapporto che si crea tra chi gioca e chi guarda.  Una specie di complicità che provoca episodi di tifo (sconosciuti che incitavano la nostra pallina ad andare in buca su un green particolarmente difficile) e di divertita partecipazione, ma  costringe anche i giocatori a confrontarsi con un pubblico che normalmente non esiste nei nostri circoli.  Il golf tra la gente, insomma. Per togliere un po’ di luoghi comuni  e accorciare la distanza tra swing e divertimento.

Marco Dal Fior (Giornalista)

borghiConoscendovi, era scontato che Street Golf avrebbe avuto successo.
Come Lombardia abbiamo già avuto diversi eventi Street Golf e debbo dire che il numero dei partecipanti è sempre andato aumentando, con commenti sempre lusinghieri.
Una promozione in mezzo alla “gente” per la “gente” fa sicuramente bene al movimento, mi auguro che entusiasmo e nuove idee  trascinino ancora di più pubblico e commenti positivi.

Carlo Borghi (Presidente FIG Lombardia)

franciaAbbiamo avuto occasione in giugno di organizzare una gara di Street Golf per le Vie del Centro di Torino in occasione della Festa dello sport patrocinata dal Comune di Torino.
E’ stato un successo superiore addirittura alla più rosee previsioni con almeno 70 giocatori ma soprattutto centinaia di persone che hanno seguito la competizione a lato del percorso.
Una ottima occasione di promozione del golf in mezzo alla gente per dimostrare che il golf è uno sport popolare che tutti possono praticare e giocare nel pieno rispetto della sua etichetta secolare. Un’occasione anche per il territorio per farsi ammirare e scoprire nei suoi angoli più belli. Anche questo un mezzo di promozione molto impattante e diretto che serve ad abbattere le barriere ideologiche che riducono purtroppo il golf da troppo tempo ad un esercizio sportivo riservato a pochi eletti.

Marco Francia (Presidente FIG Piemonte)

mazziConosco Street Golf™ da diversi anni . Ho anche avuto modo di partecipare a diverse tappe tra cui quella di Verona e non posso dimenticare quando la mia pallina dopo un volo di una trentina di metri è placidamente atterrata nel cappuccino di un turista tedesco tra l’ilarità generale .
Sono assolutamente convinto che il portare il  golf in mezzo alle strade,assolva allo straordinario risultato non solo di far conoscere il nostro magnifico sport ma anche di restituirgli quell immagine di sport accessibile e popolare che già  in tutto il mondo gli è riconosciuto.
In questa logica, come Comitato Regionale Veneto , sicuramente utilizzeremo sempre più questo tipo di promozione divertente ed accessibile .
Stefano Mazzi (Presidente FIG Veneto)